lunedì 19 marzo 2018

Segnalazione uscita letteraria: D'amore e baccalà di Alessio Romano

Cari lettori
Vi segnalo un romanzo che arriverà in libreria dal 22 marzo edito per EDT

D'amore e baccalà di Alessio Romano

EDT è famosa per le sue guide di viaggi, come la Lonely Planet (la bibbia dei viaggiatori) e la Marco Polo, ma da alcuni anni pubblica nella collana Allacarta romanzi che "esplorano il gusto del raccontare: la gola. Ogni viaggio, una storia. Ogni storia, un piatto.", con grandi autori contemporanei come Cognetti, Geda, Manzini, Culicchia, ecc. che "si immergono nei luoghi del proprio cuore con l'ausilio del più passionale dei sensi".

In questo romanzo di Alessio Romano la città protagonista è Lisbona.

Questa è la sinossi:

Innamorarsi a Lisbona – con la sua luce, l’oceano, l’arte – è facilissimo.
Succede ad Alessio, che in una tasca – tra un piatto fumante di bacalhau e le dolci note di un fado – incrocia lo sguardo della cameriera Beatriz, croce e delizia di questo viaggio tra i sapori più autentici della capitale del Portogallo.
D’amore e baccalà ha come protagonista la più poetica delle capitali europee, la città di Pessoa e di Tabucchi. Lisbona è certo un crocevia di vite, di razze, di suoni e d’arte, ed è qui che un giovane scrittore, alter-ego dell’autore, si stabilisce in un piccolo appartamento di rua do Recolhimento, pronto alla fatica enciclopedica di assaggiare ogni sfumatura della cucina portoghese, a partire dal suo piatto principe: il baccalà.
Ma una inaspettata caduta dal Tram 28 fa prendere subito una piega diversa alla storia.
In un misto di sogno e realtà, Alessio troverà sulla sua strada – tra gli altri – Fernando Pessoa e la grande fadista Amália Rodrigues, Antonio Tabucchi e Ilsa Lund, il personaggio interpretato da Ingrid Bergman di Casablanca... tutto in una girandola di esperienze appassionanti che cominciano sempre a tavola, con un piatto fumante, una buona storia, e un “Silencio! Que se vai cantar o Fado!”
Nel racconto fresco e allo stesso tempo sentimentale c'è spazio per il divertimento e per l'allegria ma anche per la saudade e la delusione, così come si fa spazio per un'alheira (una salsiccia di carne bianca) o per un piatto di bacalhau espiritual, da accompagnare con una ginjinha (il celebre liquore alla cicliegia) o con una birra imperial.
In questo libro – che è a suo modo un canto d'amore per la città e per la sua letteratura – ci si perde volentieri, sicuri che tutto finirà in un nuovo inizio, in un nuovo assaggio.



ALESSIO ROMANO (Pescara, 1978) ha debuttato nel 2006 con Paradise for all (Fazi editore), un giallo ambientato alla Scuola Holden – dove ha studiato Tecniche della narrazione e oggi insegna – salutato dal critico del Corriere della Sera Antonio d’Orrico come “uno dei migliori esordi della stagione”. È autore di Solo sigari quando è festa (Bompiani, 2015) e curatore de Gli stonati. Manifesto letterario per la legalizzazione della cannabis (NEO Edizioni, 2017)

Editore: EDT
Collana: Allacarta
Data di Pubblicazione: 22 marzo 2018
EAN: 9788859246862
ISBN: 8859246865
Prezzo: € 8,90

Ritorno al blog

Cari lettori,
ho abbandonato il blog per troppo tempo e anche se non sarà facile ricominciare da zero, spero di riprendere le rubriche letterarie e le recensioni dei miei libri in lettura.

Negli ultimi mesi ho letto romanzi di vario genere, dal saggio al giallo, dal libro per ragazzi ai viaggi, ecc, e sto partecipando alla Book Challenge iRead 2018 del gruppo Leggendo a Bari, e spero di portare a termine il mio impegno.

Questo è il link al gruppo facebook

https://www.facebook.com/groups/1996049757317593/ 

A presto